Trittico su tela cos’e’ ? trittici come quadri moderni

Il trittico è un’unica opera pittorica o scultorea divisa in tre parti. I trittici sia dall’antichità venivano congiunte da cerniere laterali o da un piedistallo detto predella. Esistono trittici dei più svariati materiali: dipinti su tavola (di legno) o tela, scolpiti in legno, marmo, terracotta, ceramica, avorio, metalli preziosi… Esistono anche esempi di trittici che uniscono parti scolpite e parti dipinte.

Trittico trittici

È stato usato nell’arte sacra del Medioevo per un considerevole numero di opere. Fra i trittici più famosi c’è il Trittico  Stefaneschi di Giotto di Bondone che è dipinto sui due lati e custodito ai Musei Vaticani. Un trittico improprio è quello custodito nella basilica di San Zeno a Verona, del Mantegna, Madonna con Bambino e Santi, in realtà un polittico composto di sei tavole. Il termine trittico è passato dall’arte pittorica ad altre arti e nel linguaggio comune, dove a volte assume il significato di Trilogia.

Trittico trittici

Oggi giorno la soluzione in trittico viene molto utilizzata nell’arte digitale come proposto anche sul mio sito Www.30artgallery.com, le stampe vengono realizzate in modo tale da ottenere tre tele stampate che vanno disposte ad una certa distanza per ottenere un trittico alla parete con un effetto continuativo sui bordi. Solitamente questi quadri moderni non necessitano di cornice perche’ la stampa continua sul bordo ma a discrezione dell’arredatore la stessa puo’ anche essere applicata.