Arredare la mansarda idee e trucchi per ottimizzare gli spazi in grande stile

Solo a pronunciare la parola MANSARDA, questa richiama all’istante, alle nostre menti, almeno due cose:
La prima è di certo l’immagine romantica delle case innevate dai tetti a punta, elemento architettonico tipico dei paesi freddi e piovosi di cui spesso leggiamo anche nei romanzi.

La seconda è una sfida! Una serie di spazi angusti da sfruttare al meglio, mantenendo un impeccabile ed originale stile nell’arredamento.
Il termine mansarda, dal francese mansarde, deriva dal nome dell’architetto francese François Mansart, che intorno alla metà del XVII secolo rielaborò un tipo di copertura medioevale a pendenza inclinata nella parte più perimetrale, progettando ambienti sottostanti illuminati da lucernari o abbaini. Oggi, questo tipo di architettura è divenuto un must sia per le abitazioni indipendenti, che delegano uno spazio privato ai propri interessi o da riservare agli ospiti, sia per sfruttare al massimo gli spazi abitativi nelle grandi città o nelle zone più densamente popolate. Ma dedichiamoci finalmente a questa avventurosa prova di design: ARREDIAMO CON STILE LA NOSTRA MANSARDA !

Guarda questo quadro : https://www.30artgallery.com/prodotto/quadri-astratti-rotture-celesti-stampe-moderne-arredamento/

Prima regola SFRUTTARE LA LUCE! La luminosità di un ambiente ne determina l’idea di ampiezza che vorremmo esso suggerisse. Il metodo più diffuso e più pratico per ottenere l’effetto di estensione desiderato è sicuramente l’utilizzo di specchi leggeri e superfici riflettenti contrapposte dapprima nei punti in cui la luce naturale ricade, per poi accompagnarne il riflesso nei punti più bui, aiutandosi con ben studiati elementi d’arredo dalle tonalità più chiare e brillanti (utilissimi quadri e stampe su tela a sfondo chiaro) Il consiglio è sempre quello di riservare le zone maggiormente illuminate all’area living, che necessita di ambienti più luminosi ed attrezzati, nonché meno intimi. E’ bene che l’illuminazione artificiale risulti chiara e non ambrata; E’ assolutamente sconsigliato l’utilizzo di lampadari voluminosi e pesanti, sostituibili a meraviglia con più moderne lampade o faretti in serie. Un’altra accortezza sta nella creazione di punti luce nelle zone buie, atte ad irradiare bagliore.

Andiamo adesso a vagliare un altro importante e risolutivo metodo per ottenere stupefacenti effetti ottici di ampiezza, altezza e profondità dell’ambiente da arredare. COME TINTEGGIARE PARETI E SOFFITTO della tua mansarda:
Per prima cosa, come già accennato, nel caso in cui lo spazio dovesse essere angusto, prediligere sempre colori tenui e brillanti come bianco, beige, avorio, grigio chiaro, tortora, giallino … (vi sono, in commercio, addirittura vernici in grado di assorbire la luce del giorno e rilasciarla con effetto fluo o iridescente durante le ore di buio). Per ottenere l’effetto “altezza” nelle zone ove il soffitto è più basso, è possibile giocare con le linee verticali a tonalità alterne; Altro trucco, è quello di tingere la volta con un paio di tonalità più chiare rispetto alle pareti circostanti. Se l’ambiente dovesse essere sviluppato in lunghezza, risultando stretto, sarà fondamentale creare, invece, un punto focale più scuro sulla parete in fondo, aiutandosi, magari, con un trittico di quadri di grande effetto, tingendo i muri laterali di toni molto più chiari.

Seconda regola: OTTIMIZZA GLI SPAZI ! Generalmente, gli appartamenti mansardati sono caratterizzati da un open space, che consente un maggior spazio vivibile ma limita la privacy dei vari ambienti, soprattutto della zona notte. Il primo suggerimento è senz’altro l’utilizzo di vetrocemento, che consentirà alla luce di filtrare attraverso esso, lì dove dovesse essere necessario separare con una parete. Ottime per separare gli ambienti per praticità ed utilità, le pareti a giorno, grazie alle quali potrete delineare un perfetto angolo studio da un lato, mentre dalla parte opposta potrete giocare alternando ai ripiani con i libri, vasi ed oggetti in vetro o cristallo e stampe o quadri dai colori chiari e luminosi. Consigliatissimi gli arredi bassi e dalle linee delicate, ancora i colori tenui, soprattutto per i tessuti ed eventuali tendaggi. Una soluzione ottima sono gli armadi su misura, che vi aiuteranno a sfruttare al meglio gli spazi bassi, meglio ancora se con ante scorrevoli a specchio! Tra i classici dell’arredamento salvaspazio, non possiamo evitare di citare tavoli estendibili o addirittura a scomparsa e letti contenitore o con cassettone, molto ricercati e disponibili in linee classiche o contemporanee di grande design. Una chicca di stile giovane e brioso, per l’arredo di mansarde che offrono poca luce, ce la offre la vasta scelta di mobilia in plexiglass, che garantisce un mix di grande stile, luminosità e praticità !

Un ultimo consiglio, da non sottovalutare, è la pavimentazione chiara: Se si vuole mantenere una linea più classica, rustica, country, perfetto il parquet chiaro, ma possiamo optare per un parquet miscelato che regali un ambientazione più fusion e vivacizzi l’atmosfera. Bene anche pavimenti in materiali classici o industriali purché ci si ricordi della regola dei colori tenui (sempre nel caso di spazi ridotti). Se non dovesse essere possibile cambiare pavimentazione, no problem! Tappeti stretti e lunghi, possibilmente non eccessivamente ingombranti, sapranno donare quel tocco magico allo stile del tuo arredamento !